Napoli, Gratta e Vinci rubato. Minenna: “per incassare somma, prima il dissequestro del biglietto”

59 0

Ritorna a pronunciarsi il direttore generale di Adm, Marcello Minenna, sulla vicenda di Napoli che ha visto un’anziana signora derubata del proprio Gratta e Vinci da 500 mila euro da parte del tabaccaio, poi raggiunto e arrestato. Intervistato da Repubblica (https://napoli.repubblica.it/cronaca/2021/09/08/news/gratta_vinci_rubato_il_direttore_dei_monopoli_ecco_quando_e_come_la_signora_potra_incassare_la_vincita_-316890188/), Minenna ha spiegato che perchè l’anziana signora incassi la vincita il biglietto dovrà prima essere dissequestrato. “Al momento il tagliando è custodito dai Carabinieri – chiarisce il direttore – che sono immediatamente intervenuti per accertare i fatti dopo la denuncia della signora. All’atto del dissequestro potrà essere o consegnato alla legittima titolare oppure direttamente all’Agenzia per l’avvio delle procedure di reclamo e riscossione. In questo caso specifico, per incassare la vincita la signora dovrà fare un’istanza a quest’ultima. Siamo, comunque, molto fiduciosi che la vicenda possa avere un lieto fine. L’intensa attività svolta ha permesso di recuperare il Gratta e vinci. Questa notizia è di fondamentale importanza per il prosieguo delle attività di reclamo premi. Considerata anche la vicenda, all’esito delle determinazioni che intenderà assumere l’autorità giudiziaria, ho già incaricato gli uffici che si occuperanno del reclamo premi di provvedere a inviare un funzionario dal legittimo proprietario del tagliando per la sottoscrizione di tutti i moduli necessari” ha detto.

Per quanto riguarda i tempi, Minenna ha affermato che “Il tutto dipenderà dalle modalità del dissequestro. Se il dissequestro ha in sé i presupposti della dimostrazione della titolarità del biglietto in capo alla signora, l’Agenzia si attiverà immediatamente. Normalmente, sotto l’aspetto amministrativo, da quando viene presentato un biglietto vincente all’incasso e all’effettiva erogazione del premio, trascorrono appena 20-25 giorni. Le regole di contabilità che l’amministrazione finanziaria ha messo a punto in questi ultimi anni nel sistema del gioco pubblico sono molto efficienti. All’atto della presentazione c’è una commissione di validazione, composta da dirigenti e funzionari, che accertata l’originalità del tagliando procedono ad autorizzare il riversamento del denaro al legittimo vincitore. Parliamo quindi di termini e procedure efficaci”.

La Redazione

Nessun commento

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *