Reddito di cittadinanza e gioco d’azzardo, sì o no? Nesci (M5S): “divieto di utilizzare il beneficio economico per giochi che prevedono vincite in denaro”

192 0

Potrà essere utilizzato il reddito di cittadinanza per il gioco d’azzardo? Rimangono ancora molti dubbi sulla parte che disciplina la materia del gioco prevista dal Decretone. Intanto la pentastellata Dalila Nesci, relatrice per la XII Commissione alla Camera in occasione dell’esame del decreto sul Reddito di cittadinanza e Quota 100 approvato dal Senato, ha spiegato: “Il beneficio economico è erogato attraverso la Carta reddito di cittadinanza che, oltre al soddisfacimento delle esigenze previste per la carta acquisti, permette di effettuare prelievi di contante entro un limite mensile non superiore a euro 100 per un singolo individuo, moltiplicato per la scala di equivalenza, nonché, se del caso, di effettuare un bonifico mensile in favore del locatore indicato nel contratto di locazione ovvero dell’intermediario che ha concesso il mutuo. La norma prevede anche la possibilità di individuare ulteriori esigenze da soddisfare attraverso la Carta reddito di cittadinanza, nonché diversi limiti di importo per i prelievi di contante”.

La relatrice ha segnalato, inoltre, il divieto di utilizzare il beneficio economico per giochi che prevedono vincite in denaro o altre utilità. “Infine, è prevista l’estensione ai beneficiari del reddito di cittadinanza delle agevolazioni relative alle tariffe elettriche riconosciute alle famiglie economicamente svantaggiate e quelle relative alla compensazione per la fornitura di gas naturale”, ha aggiunto. Ancora sul Decretone, la Nesci ha sottolineato che “al Capo III, relativo alle disposizioni finanziarie, gli articoli 27 e 28 recano, rispettivamente, modifiche alla disciplina dei giochi e la copertura degli oneri del provvedimento”.

D. Pellegrino

Nessun commento

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *