Regione Lazio modifica legge sul gioco: slot a 250 mt dai luoghi sensibili, cancellata retroattività

119 0

Dopo tante rimostranze da parte degli addetti al comparto, La Regione Lazio modifica la legge sul gioco d’azzardo: slot a 250 mt dai luoghi sensibili, cancellata la retroattività del provvedimento. Il Consiglio regionale ha approvato , con un subemendamento alla legge di ‘Assestamento di Bilancio’, la modifica alle norme in materia di contrasto al gioco d’azzardo. Le disposizioni prevedono una distanza minima di 250 metri dai luoghi sensibili per le attività di gioco di nuova apertura. Quelle già autorizzate , quindi esistenti, potranno proseguire la loro attività.

“Tutte le sale giochi e le attività commerciali che ospitano apparecchi da gioco a vincita dovranno rispettare le seguenti disposizioni: riduzione della frequenza delle singole giocate a non meno di 30 secondi una dall’altra

  • la separazione dello spazio dedicato a slot e vlt
  • distanziamento minimo di 2 metri tra gli apparecchi,
  • pausa obbligatoria di 5 minuti delle operazioni di gioco ogni 30 minuti consecutivi di utilizzo dell’apparecchio,
  • divieto accesso al gioco ai soggetti in stato di manifesta ubriachezza,
  • divieto di fumo nei luoghi dove sono installate le postazioni per il gioco.

La norma dispone l’interruzione dell’attività degli apparecchi nelle fasce orarie individuate dai Comuni, prevedendo una durata complessiva delle interruzioni non inferiore a 8 ore al giorno. In attesa dell’individuazione da parte dei Comuni, si applicheranno le fasce orarie di 8 ore giornaliere complessive e consecutive, dalle 2 alle 10, per le sale giochi; negli esercizi in cui il gioco non è un’attività esclusiva e prevalente- e in cui non è vietato l’accesso ai minori – la fascia oraria applicata sarà di dodici ore giornaliere complessive, di cui dieci ore consecutive nella fascia notturna e di ingresso scolastico, dalle 23 alle 9, e due ore nella fascia diurna di uscita dalle scuole, dalle 12.30 alle 14.30.

SANZIONI La violazione delle disposizioni per più di due volte comporterà la chiusura dell’esercizio. Il fondo per le spese per la disinstallazione di apparecchi da gioco è incrementato di 100mila euro per il 2023 e di 250mila euro per il 2024″.

La Redazione

Nessun commento

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.