Risoluzione Commissione VI: “Potenziare Lotteria degli scontrini”

228 0

“La pandemia da Covid-19 ha rappresentato uno shock senza precedenti per l’economia globale, influenzando drasticamente i comportamenti delle imprese e dei consumatori.” Considerando i passi avanti compiuti dall’Italia nell’utilizzo della cosiddetta moneta elettronica, la Commissione VI indica quindi al Governo che, anche alla luce della sospensione del Cashback di Stato nella seconda parte del 2021, “sarebbe utile, potenziare la partecipazione alla Lotteria, al fine di portare avanti l’obiettivo di disincentivare l’uso del contante, favorendo i metodi di pagamento elettronici”. E’ quanto si legge nella risoluzione della VI commissione a seguito dell’interrogazione presentata dai deputati del Partito democratico Gian Mario Fragomeli, Francesco Boccia, Umberto Buratti, Graziella Leyla Ciagà, Luca Sani e Raffaele Topo al Ministro dell’economia e delle finanze Daniele Franco. Nel testo inoltrato dai deputati Pd al titolare del Mef si leggeva, tra il resto, la proposta di istituire una nuova “ulteriore lotteria istantanea” per rilanciare la Lotteria degli scontrini e, parallelamente, rilanciare il piano Italia Cashless, nato per incentivare l’uso di carte e app di pagamento.

Da quell’interrogazione nasce ora la risoluzione della Commissione VI, che “impegna il Governo ad adottare iniziative volte a prevedere forme di semplificazione e di incentivazione alla partecipazione alla lotteria degli scontrini in particolare attraverso: a) l’introduzione di una modalità di estrazione istantanea con premi di importo massimo di 100 euro che permetta all’acquirente di conoscere con immediatezza l’esito della partecipazione alla Lotteria, disciplinando le necessarie modifiche e integrazioni e gli adeguamenti dei sistemi informatici per l’implementazione del nuovo sistema di estrazione e lo sviluppo di un software dedicato, da installare sui registratori di cassa telematici (RT) che invochi in tempo reale l’estrazione; b) l’elaborazione delle più idonee soluzioni tecnologiche, anche utilizzando l’applicazione dei servizi pubblici – App IO, in raccordo con gli altri soggetti istituzionali competenti, per integrare il codice di gioco lotteria con una o più carte di pagamento registrate all’interno dell’App IO”.

La Redazione

Nessun commento

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.