Ruvo di Puglia, firmato protocollo istituzionale per il contrasto al gap

172 0

Siglato a Ruvo di Puglia il protocollo d’intesa istituzionale per la prevenzione e il contrasto al gioco d’azzardo patologico. Il testo è stato sottoscritto da Comune di Ruvo di Puglia in qualità di promotore, servizi socio sanitari territoriali, tribunale per i minori di Bari, ordini professionali degli avvocati e dei medici, istituzioni scolastiche, Ruvo servizi srl, enti del terzo settore e associazioni di categoria (Sapar e Confcommercio settore giochi).

Obiettivo è la creazione di un osservatorio permanente per la prevenzione e il contrasto del gioco d’azzardo patologico. Così il sindaco di Ruvo, Pasquale Chieco: “Il protocollo che abbiamo sottoscritto oggi è la tappa fondamentale di un processo di collaborazione davvero importante fra amministrazione comunale, servizi socio sanitari, autorità giudiziaria, ordini professionali, scuole cittadine, associazioni di categoria e terzo settore. E voglio ringraziare personalmente il vescovo don Mimmo Cornacchia che ha voluto essere presente personalmente per sottoscrivere questo documento a nome dell’associazione CASA don Tonino Bello e per confermare la collaborazione della Diocesi in questo lavoro. Si tratta di uno dei primi protocolli di questo genere siglati nella nostra Regione. Grazie all’assessora Monica Montaruli e agli Uffici dei Servizi Sociali per l’appassionato lavoro di questi anni su questa problematica. Il nostro lavoro sul tema, iniziato a marzo 2020 con il supporto del Consorzio Nova e del professor Maurizio Fiasco, proseguirà con la presentazione del regolamento sul gioco d’azzardo patologico al Consiglio comunale nelle prossime settimane”.

A fargli eco l’assessora alle Politiche Sociali Monica Montaruli: “Su tematiche complesse come queste l’unica soluzione possibile è quella di fare squadra e mettere a sistema tutte le competenze e le energie che abbiamo. Quello della dipendenza patologica da gioco d’azzardo è un problema che non riguarda solo la persona che ne è affetta, ma anche la sua famiglia e l’intero contesto in cui vive; bisogna mettere in campo una significativa attività di prevenzione e contrasto e costruire un efficace sistema di presa in carico affidato a personale competente. L’osservatorio che oggi con questo protocollo costituiamo formalmente consentirà a tutti i soggetti coinvolti di elaborare una programmazione di interventi sul tema”. (https://www.pressgiochi.it/ruvo-di-puglia-siglato-protocollo-per-la-prevenzione-al-gioco-dazzardo-patologico/91348)

La Redazione

Nessun commento

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *