Terni, AdM scopre slot illegali nello stanzino di un bar. Rischio maxi multa

55 0

Slot illegali, nascoste in uno stanzino di un bar di Terni. E’ quanto scoperto in un blitz dei funzionari dell’AdM. Gli apparecchi non erano autorizzati né collegati alla rete telematica dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli. Secondo quanto riferisce AdM in una nota: “Il gestore dell’esercizio commerciale aveva ricavato uno stanzino, chiuso da una porta a soffietto attraverso cui accedevano i giocatori e da una parete con lucchetto, dentro il quale c’erano gli apparecchi in questione. I funzionari dell’Agenzia, una volta trovate accese e collegate tre slot machines regolarmente autorizzate, hanno poi scoperto le due ‘illegali’. Il responsabile della sala da gioco ha poi ammesso di averle acquistate su una piattaforma online”

Le slot machines sono state trasferite nella sede Adm di Terni: è qui che saranno sottoposte ad ulteriori controlli e analisi, in particolare sulle schede elettroniche che ne consentono l’uso. In arrivo i provvedimenti per il titolare del bar, con rischio di chiusura dell’attività da 30 a 60 giorni e sanzione da un minimo di 10 mila euro ad un massimo di 100 mila euro. “Nel corso del 2020 – specifica l’Agenzia delle dogane e dei monopoli – i funzionari umbri hanno accertato 74 irregolarità su quasi 200 apparecchi da intrattenimento controllati, con un tasso superiore al 38%”.

La Redazione

Nessun commento

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *