Trani, ritrovato il furgone rubato alla nazionale di calcio in carrozzina

179 0

E’ stato ritrovato, in contrada Puro, sulla strada che collega Trani ad Andria, il furgone rubato a Trani all’associazione “Oltre Sport”, pronto a partire per il ritiro della nazionale italiana di calcio in carrozzina a Jesolo. La notizia aveva immediatamente creato un tam tam mediatico in seguito a un appello sui social: “Nel furgoneci sono le nostre carrozzine da gioco, le attrezzature e soprattutto i nostri sogni e sacrifici”. “Siamo riusciti ad acquistarlo dopo anni di sacrifici – aveva detto Anita Pallara, presidente nazionale di Famiglie Sma e una degli atleti convocati per il torneo di Jesolo – e credevamo di averlo parcheggiato nel luogo più sicuro che si possa immaginare, il sagrato di una chiesa”. Anche luca Medici, in arte Checco Zalone, che in passato ha prestato la sua notorietà e la sua ironia ad uno spot in favore della ricerca sulla Sma, è intervenuto sui social per chiedere la restituzione del furgone rubato a Trani alla società ‘Oltre Sport’, carico delle attrezzature con cui cinque atleti pugliesi avrebbero dovuto partecipare al primo ritiro della nazionale di Powerchair football, il calcio in carrozzina elettrica. In un post che riporta la foto del furgone, Zalone scrive: “messaggio ai ladri del furgone dei miei amici Sma: c’è speranza per tutti, persino per voi”. 

Per fortuna la bella notizia: il ritrovamento del mezzo se pur sensibilmente danneggiato nel blocco di accensione. A segnalarlo un cittadino che ha chiamato il 112 confermando di aver rinvenuto un furgone bianco targato con all’interno del materiale sportivo e due sedie per disabili. Il furgone risulta essere danneggiato nella parte relativa al blocco di accensione. Sembra che non manchi nulla. I carabinieri di Trani hanno contattato il titolare della società sportiva per la restituzione.

“Le carrozzine e tutta l’attrezzatura sportiva è presente non riusciamo a capire se danneggiata o meno”, ha scritto l’atleta paraolimpico Donato Grande. Positivo il governatore della Puglia, Michele Emiliano, che su Facebook scrive: “Si può ricominciare”. Mentre il sindaco di Trani, Amedeo Bottaro, sottolinea che “i danni si riparano e il sogno non si spezza”. 

La Redazione

Nessun commento

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *