Vicenza. Slot machines fuori orario. Scovati 14 apparecchi fuori regola. Sanzioni

71 0

Nei giorni scorsi, i militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Vicenza hanno intensificato le specifiche attività operative nell’ambito del dispositivo di controllo economico del territorio, procedendo con accertamenti e controlli presso locali e sale ove sono collocate le cc.dd. slot machines.

Le verifiche messe in campo hanno avuto lo scopo di riscontrare, tra l’altro, il rispetto delle disposizioni concernenti l’installazione di apparecchi e congegni da divertimento e intrattenimento di cui all’art. 110 del T.U.L.P.S. e, in particolare, eventuali violazioni alle direttive di cui all’art. 8 della Legge Regionale 10 settembre 2019 n. 38 (in materia di norme sulla prevenzione e cura del gioco d’azzardo) e/o a quelle previste dai regolamenti comunali, che fissano, a fattor comune, le fasce orarie di interruzione quotidiana dell’uso di tali apparecchi.

In tale contesto, le Fiamme Gialle beriche hanno portato a termine diverse operazioni di servizio nei comuni di Valdagno, Nanto, Thiene e Sandrigo, con conseguente irrogazione di sanzioni amministrative pecuniarie fino ad un massimo di euro 21.000,00 nei confronti di 6 pubblici esercizi, per aver tenuto in funzione complessivamente 14 apparecchi da intrattenimento (slot-machines) fuori dagli orari consentiti dalla Legge Regionale e dai regolamenti comunali.

Più in dettaglio, militari della Compagnia di Arzignano hanno eseguito due distinti controlli, nei confronti di una ditta individuale, esercente l’attività di “bar e caffè”, e nei confronti di una società di capitali, esercente l’attività, tra le altre, di “gestione di apparecchi a moneta con vincite in denaro”. In entrambi i pubblici esercizi, avendo rilevato la messa in funzione di 6 apparecchi da intrattenimento, in violazione delle limitazioni all’orario dell’esercizio del gioco – quattro nel primo caso e due nel secondo caso – si è proceduto alla contestazione degli illeciti rilevati, con contestuale sanzione amministrativa pecuniaria.

Le medesime irregolarità sono state riscontrate anche nel corso di un controllo messo in atto dai militari della Tenenza di Noventa Vicentina, che hanno rilevato, in un pubblico esercizio gestito da cittadini di etnia cinese, sito nel Comune di Nanto, 5 apparecchi da intrattenimento in funzione durante la fascia oraria non consentita dalla normativa regionale.

Sempre nel medesimo ambito, militari della Tenenza di Thiene hanno eseguito 3 controlli nei confronti di altrettante ditte individuali – una con luogo di esercizio a Thiene e due ubicate nel Comune di Sandrigo – operanti nel settore di “bar e attività connesse con le lotterie e scommesse”. Anche in questo caso, sono state riscontrate violazioni alle disposizioni dei regolamenti comunali in relazione alla disciplina degli orari di funzionamento degli apparecchi con vincita in denaro.

Le attività di controllo e monitoraggio degli esercizi commerciali dove si concentrano apparecchi e congegni da intrattenimento ovvero delle sale scommesse rappresenta una costante attività di servizio della Guardia di Finanza, a tutela del gioco pubblico per contrastare eventuali illecite o illegali offerte di gioco ad ignari avventori, nonché per proteggere dalla ludopatia le fasce più deboli della popolazione.

Comunicato stampa

Nessun commento

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *