ultime notizie

Attualità, In Evidenza, Redazione, Sports

Finale Euro 2024, Spagna-Inghilterra: il vincitore secondo i bookie di Fantasyteam

Attualità, Cultura, In Evidenza, Redazione, Sports

Luci a San Siro Trotto Grand Opening: Snaitech celebra il nuovo volto dell’Ippodromo Snai San Siro con una grande serata di sport, musica e cultura

Attualità, Forze dell'ordine, Gaming, Giurisprudenza, In Evidenza

Scommesse, Tar Sicilia accoglie ricorso CTD: “Decisione Questore su chiusura attività si basa su norma suscettibile di disapplicazione in virtù della prevalenza del diritto comunitario”

Attualità, Forze dell'ordine, In Evidenza, Redazione, Salute

Torino: sequestrate sei slot non collegate alla rete, elevate sanzioni per 99.000 euro

Forze dell'ordine, Gaming, Giurisprudenza, In Evidenza, Salute

Cilento, puntate illegali in un centro scommesse: sequestri e sanzioni per 50mila euro

Attualità e Politica, Economia, Gaming, In Evidenza, Salute

Bragg Gaming, accordo con 711.Nl per il lancio di Kambi Sportsbook nei Paesi Bassi

Betsolution4U Ltd: il Tribunale di Trani si pronuncia sull’insussistenza del fatto reato

Comunicato stampa Associazione Italiana dei Consumatori e degli Operatori del Gioco (ACOGI) Onlus

La Società S. affiliata Betsolution che aveva sede in Barletta e che operava nel comparto scommesse sportive operava in maniera lecita. Questo ha stabilito il Tribunale di Trani che ha assolto il titolare dell’agenzia accusato di aver operato senza le necessarie autorizzazioni.

Era il 24.02.2014 quando l’agenzia barlettana fu attenzionata dai Militari operanti un sequestro probatorio con trasmissione degli atti alla competente Procura per l’iscrizione nel registro degli indagati per i reati ex artt. 81 cp, 4 co 4 bis e 4 ter L. 401/89

Il processo che termina in data 20 marzo 2018 dinanzi al Tribunale di Trani con un assoluzione con formula “il fatto non sussiste”, segue un un’importante Ordinanza del 10.03.2017, emessa nell’interesse dello medesimo titolare del centro, per il tramite della quale il Tribunale del Riesame di Trani, richiamando una serie di presupposti fattuali ricorrenti nel caso esaminato, affermava la liceità dell’agenzia barlettana precisando che “non integra il reato di cui all’art. 4 della L. 401/89 la raccolta di scommesse in assenza di licenza di pubblica sicurezza da parte di soggetto che operi in Italia per conto di operatore straniero cui la licenza sia stata negata per illegittima esclusione dei bandi di gara:”

Un risultato tanto atteso dal titolare del centro il quale, purtroppo, ha dovuto cessare nel contempo l’attività.

Attendiamo le motivazioni in 90giorni, conclude l’ AVV. Rossana Fallacara Uff. Legale ACOGI.

Ufficio stampa Acogi:

ufficiostampa@acogi.it

Per informazioni ed iscrizioni:

Associazione Italiana dei Consumatori e degli Operatori del Gioco (Onlus) Via G. Matteotti, 95 – 70032 Bitonto (Ba)

Tel.080.3741336info@acogi.it

23.03.018, la Redazione

Condividi

Articoli correlati

Video