ultime notizie

Attualità, Gaming, Politica

Riforma comparto gioco, M5S: “dimentica la tutela dei soggetti vulnerabili e della loro salute”

Attualità, Attualità e Politica, Gaming

STS FIT: “I tabaccai vogliono essere protagonisti della riforma da tanto tempo attesa”

Attualità, Gaming

Enna, al via il progetto Gaming over Community: attivati in 9 comuni gli sportelli di ascolto gap

Attualità, Gaming

Parma, gioco d’azzardo in aumento anche tra giovani e anziani

Attualità, Attualità e Politica, Gaming

Camera, “Introduzione di una disciplina degli e-sports”

Attualità, Gaming

Enna contro il gioco d’azzardo patologico con il corso di formazione FORGAP

Governo duro sui giochi, coperture per stop pubblicità da aumento del Preu sulle slot

Con il divieto alla pubblicità sui giochi, introdotto dal Decreto Dignità, le mancate sponsorizzazioni da parte degli operatori di giochi e scommesse porteranno un ‘buco’ di circa 200 milioni di euro per il 2019. Per le coperture il Governo avrebbe allo studio un aumento dello 0,5% del Preu, il prelievo erariale unico, sulle slot. Una percentuale che andrebbe sottratta o alle vincite dei giocatori o alla quota che spetta ai concessionari. Se la decisione fosse quella di colpire le società, al danno della mancata possibilità di effettuare spot pubblicitari, si aggiungerebbe anche la beffa di una riduzione degli introiti. In realtà, riporta Il Messaggero, sembrerebbe che l’idea che si stia facendo maggiormente strada sarebbe quella di ridurre le vincite dei giocatori, il cosiddetto payout. Una soluzione migliore per le società di scommesse che hanno già margini molto ridotti. /Fonte Agimeg

05.07.2018

Maria Castellano, Giorn. FreeLance  

Condividi

Articoli correlati

Video