ultime notizie

Attualità, Attualità e Politica, Cultura, Economia, Editoriale, Gaming, Giurisprudenza, In Evidenza

Restyling: Cifone News Blog

Attualità, Attualità e Politica

Richiesta di processo per Luciano Canfora perchè “diffamò” Giorgia Meloni. Il sostegno delle associazioni

Attualità, Attualità e Politica, Gaming

Al Senato il convegno ‘Nuovo allarme ludopatia con l’apertura di nuove sale da gioco’

Attualità, Forze dell'ordine

Bari, inchiesta su truffa per ottenere fondi pubblici di ‘Garanzia Giovani’. Perquisizioni

Attualità

Continuano a tremare i comuni flegrei. Circa 90 terremoti in 24 ore

Attualità, Forze dell'ordine, Gaming

Matera: 150mila euro di sanzioni per gioco d’azzardo illegale

M5S: “Contro le mafie, fermo contrasto a gioco d’azzardo e scommesse illegali”

Il contrasto al gioco d’azzardo, alle scommesse illegali, ai nuovi metodi corruttivi, alle infiltrazioni nelle pubbliche amministrazioni, il fronte più esposto alle lotte delle mafie.

Per il Movimento 5 Stelle prossimo a formare un Governo con la Lega Nord a guida di Giuseppe Conte, quello dell’azzardo è uno dei fronti principali da presidiare nel contrasto alle mafie.

A tal fine, fanno sapere, il Movimento 5 Stelle ha depositato la propria proposta già il 16 aprile di quest’anno a prima firma Dalila Nesci, e vuole porre l’accento su alcuni temi specifici cari al Movimento 5 Stelle, in primis quello che riguarda la verità sulle stragi mafiose del 1992-1993.

“La nostra proposta pone l’accento anche sulle mafie straniere, cercando di avere un maggiore attenzione e analisi su fenomeni di origine straniera presente sul nostro territorio e ormai consolidate. Nella proposta del Movimento infatti sottolineiamo come sia fondamentale “svolgere il monitoraggio degli eventi corruttivi all’interno delle pubbliche amministrazioni e valutare l’adeguatezza della normativa e delle strutture preposte alla prevenzione e al contrasto della corruzione, anche se non direttamente legata all’attività della criminalità organizzata di tipo mafioso, con particolare riguardo agli appalti pubblici e alla sanità”.

Ma come abbiamo visto nel contratto di Governo proposto al Presidente della Repubblica, gli interventi in materia di gioco non sono solo quelli legati alle mafie, ma alla sicurezza più in generale. E garantiscono: “Non arretreremo di un passo”. /Fonte PressGiochi

24.05.2018

Maria Castellano, Giorn. FreeLance 

Condividi

Articoli correlati

Video