ultime notizie

Attualità, Gaming, Politica

Riforma comparto gioco, M5S: “dimentica la tutela dei soggetti vulnerabili e della loro salute”

Attualità, Attualità e Politica, Gaming

STS FIT: “I tabaccai vogliono essere protagonisti della riforma da tanto tempo attesa”

Attualità, Gaming

Enna, al via il progetto Gaming over Community: attivati in 9 comuni gli sportelli di ascolto gap

Attualità, Gaming

Parma, gioco d’azzardo in aumento anche tra giovani e anziani

Attualità, Attualità e Politica, Gaming

Camera, “Introduzione di una disciplina degli e-sports”

Attualità, Gaming

Enna contro il gioco d’azzardo patologico con il corso di formazione FORGAP

Orvieto, orari slot limitati dalle 10 alle 23

Ad Orvieto, nella provincia di Terni, il Consiglio Comunale ha approvato all’unanimità la mozione presentata dal consigliere Andrea Sacripanti, Capogruppo “Gruppo Misto”.

Con tale mozione, relativamente agli apparecchi da gioco, si sollecita il Sindaco ad “adottare i provvedimenti più idonei a garantire le seguenti disposizioni prevedendo, altresì, sanzioni amministrative pecuniarie nel caso di una loro violazione e in particolare: limitare dalle ore 10:00 del mattino alle ore 23:00 della sera gli orari di esercizio delle sale giochi e degli esercizi autorizzati, nonché degli apparecchi/congegni presenti ed in esercizio a qualsiasi titolo all’interno del territorio del Comune Orvieto; che in tutti gli esercizi in cui sono installati apparecchi da gioco, il titolare della relativa autorizzazione di esercizio, sia tenuto ad osservare quanto sopra ordinato, nonché le seguenti prescrizioni: è fatto obbligo di esposizione su apposite targhe, da posizionare all’interno del locale in luogo ben visibile al pubblico, di formule di avvertimento sul rischio di dipendenza dalla pratica di giochi con vincita in denaro; è fatto obbligo di esposizione con visibilità all’esterno del locale degli orari di esercizio delle sale giochi e degli esercizi autorizzati presenti ed in esercizio a qualsiasi titolo all’interno del territorio del Comune di Orvieto”.

Durante la discussione sulla mozione in Consiglio, fa sapere l’Agimeg, il consigliere Alessandro Vignoli ha sottolineato: “La mozione segue una serie di azioni già intraprese all’inizio della consiliatura, ricordo una analoga iniziativa del Consigliere Rosati, quindi la proposta è in linea con quanto già manifestato dal nostro gruppo”. Ha aggiunto Lucia Vergaglia del M5S: “Più di tanto non possiamo aspettarci dallo Stato centrale. Penso che dopo le prime azioni intraprese da questo Consiglio ad inizio consiliatura, anche il nostro Comune non ha fatto molto in quattro anni. Penso che non è solo questione di mancanza di strumenti ma soprattutto di volontà”.

A. Bargelloni

Condividi

Articoli correlati

Video