ultime notizie

Attualità, Gaming, Politica

Riforma comparto gioco, M5S: “dimentica la tutela dei soggetti vulnerabili e della loro salute”

Attualità, Attualità e Politica, Gaming

STS FIT: “I tabaccai vogliono essere protagonisti della riforma da tanto tempo attesa”

Attualità, Gaming

Enna, al via il progetto Gaming over Community: attivati in 9 comuni gli sportelli di ascolto gap

Attualità, Gaming

Parma, gioco d’azzardo in aumento anche tra giovani e anziani

Attualità, Attualità e Politica, Gaming

Camera, “Introduzione di una disciplina degli e-sports”

Attualità, Gaming

Enna contro il gioco d’azzardo patologico con il corso di formazione FORGAP

RAPINA CON FINTO MITRA IN UNA SALA GIOCHI A RIMINI

C’è stata una rapina a mano armata poco dopo la mezzanotte in una sala giochi e scommesse di viale Principe di Piemonte a Rimini, dove in due hanno fatto irruzione armati di un mitra poi risultato finto. Un dipendente ha raccontato di essere stato raggiunto da un individuo con indosso un casco che minacciandolo con una pistola gli ha ordinato di prendere tutti i soldi. Il dipendente è riuscito a far scattare l’allarme e i malviventi, dopo essersi fatti consegnare denaro in contante, circa 2.500 euro, sono fuggiti a bordo di uno scooter rubato. Lo scooter è stato intercettato dalla Polizia di Stato subito intervenuta e ha ignorato l’alt degli agenti.

Risultati immagini per RAPINA CON FINTO MITRA IN UNA SALA GIOCHI A RIMINII malviventi hanno imboccato una strada pedonale, finendo rovinosamente a terra. A quel punto l’inseguimento è continuato a piedi e mentre uno riusciva a far perdere le tracce, l’altro è stato raggiunto dai poliziotti e messo insicurezza mentre tentava con forza di divincolarsi. L’uomo, un pregiudicato 47enne originario di Napoli ma residente nel riminese, è stato portato in Questura da un’altra volante giunta in ausilio.

Gli agenti della Questura di Rimini hanno anche trovato e sequestrato il mitra utilizzato per la rapina, un’arma finta ma senza il tappo rosso.

Il 47enne è stato arrestato per rapina aggravata in concorso e resistenza a Pubblico Ufficiale. Le indagini della Polizia sono in corso per identificare il complice in fuga, probabilmente su un a moto di proprietà.

03.04.2018, la Redazione

 

Condividi

Articoli correlati

Video