ultime notizie

Attualità, Gaming, Politica

Riforma comparto gioco, M5S: “dimentica la tutela dei soggetti vulnerabili e della loro salute”

Attualità, Attualità e Politica, Gaming

STS FIT: “I tabaccai vogliono essere protagonisti della riforma da tanto tempo attesa”

Attualità, Gaming

Enna, al via il progetto Gaming over Community: attivati in 9 comuni gli sportelli di ascolto gap

Attualità, Gaming

Parma, gioco d’azzardo in aumento anche tra giovani e anziani

Attualità, Attualità e Politica, Gaming

Camera, “Introduzione di una disciplina degli e-sports”

Attualità, Gaming

Enna contro il gioco d’azzardo patologico con il corso di formazione FORGAP

Terracina, sequestrata agenzia di scommesse con sede a Malta: denunciato 33enne del posto

Gli agenti della Squadra di Polizia Amministrativa e Sociale del Commissariato di Terracina, questa mattinata, hanno dato esecuzione al sequestro preventivo di un’agenzia di scommesse che operava illegalmente in pieno centro cittadino per conto di una società con sede in Malta.

Gli accertamenti hanno avuto inizio nei mesi scorsi durante una serie di controlli agli esercizi commerciali sul territorio presso i quali si raccolgono scommesse sportive.

Il monitoraggio e le verifiche di Polizia Amministrativa, operate in questo settore ed organizzate nell’ambito di mirati servizi predisposti dalla Questura di Latina, ha consentito, nel caso di specie, di rilevare delle anomalie che sono state oggetto di approfondimenti.

Ad esito degli accertamenti è risultato che il titolare della sala scommesse, un incensurato 33enne di Terracina, oltre a non avere mai richiesto licenze ed autorizzazioni per l’attività di raccolta scommesse, aveva allestito due postazioni complete di terminali nonché  tre monitor per la visualizzazione degli eventi sportivi che sono risultati connessi in rete con un bookmaker maltese anch’esso privo delle prescritte autorizzazioni.

Le risultanze dell’attività di Polizia Amministrativa hanno trovato piena condivisione da parte del sostituto procuratore Luigia Spinelli e del Gip Mara Mattioli che ha disposto il sequestro preventivo dell’immobile con conseguente cessazione dell’illecita attività. Il titolare, inoltre, dovrà rispondere dei reati previsti dal Testo unico delle leggi di Pubblica Sicurezza e della normativa sull’esercizio abusivo di attività di gioco o di scommesse.

Lo Staff: CifoneNews

Condividi

Articoli correlati

Video