ultime notizie

Attualità, Gaming, Politica

Riforma comparto gioco, M5S: “dimentica la tutela dei soggetti vulnerabili e della loro salute”

Attualità, Attualità e Politica, Gaming

STS FIT: “I tabaccai vogliono essere protagonisti della riforma da tanto tempo attesa”

Attualità, Gaming

Enna, al via il progetto Gaming over Community: attivati in 9 comuni gli sportelli di ascolto gap

Attualità, Gaming

Parma, gioco d’azzardo in aumento anche tra giovani e anziani

Attualità, Attualità e Politica, Gaming

Camera, “Introduzione di una disciplina degli e-sports”

Attualità, Gaming

Enna contro il gioco d’azzardo patologico con il corso di formazione FORGAP

Il 3 febbraio, il Papa riceverà in udienza la Consulta nazionale: gioco d’azzardo e usura e le trenta Fondazioni collegate

Sabato 3 febbraio Papa Francesco riceverà in udienza privata la Consulta nazionale anti usura “Giovanni Paolo II” gioco d’azzardo e le Fondazioni anti usura presenti in ogni regione d’Italia.

L’udienza pontificia sarà riservata ai componenti dei consigli direttivi delle Fondazioni e a una rappresentanza dei volontari che assistono le vittime dell’usura e gioco dell’azzardo e di consulenti, esperti, avvocati e professionisti dei fenomeni.

La delegazione, informa un comunicato della stessa Consulta, alle 8.45 parteciperà alla messa presieduta dal card. Angelo Comastri, arciprete della Basilica e vicario generale di Sua Santità per la Città del Vaticano, all’altare della Cattedra, sulla Tomba di san Pietro; seguirà un momento di preghiera presso la Tomba di san Giovanni Paolo II, cui è titolata la Consulta nazionale anti usura.

L’udienza privata con Papa Francesco si terrà alle 12 nella Sala Clementina del Palazzo Apostolico.

“Abbiamo desiderato e chiesto ha dichiarato il presidente della Consulta nazionale, mons. Alberto D’Urso – questo incontro con Papa Francesco per le vittime dell’usura e dell’azzardo e per i tanti volontari che tutti i giorni si spendono per loro, per tutte le persone che in questo momento di persistente crisi economica si sono perse nelle più diverse derive esistenziali. Siamo certi che non ci farà mancare il suo conforto, il suo incoraggiamento e autorevoli orientamenti per proseguire il nostro cammino e il nostro servizio”.

29. 01. 2018

Lo Staff: CifoneNews

Condividi

Articoli correlati

Video