ultime notizie

Attualità, Gaming, Politica

Riforma comparto gioco, M5S: “dimentica la tutela dei soggetti vulnerabili e della loro salute”

Attualità, Attualità e Politica, Gaming

STS FIT: “I tabaccai vogliono essere protagonisti della riforma da tanto tempo attesa”

Attualità, Gaming

Enna, al via il progetto Gaming over Community: attivati in 9 comuni gli sportelli di ascolto gap

Attualità, Gaming

Parma, gioco d’azzardo in aumento anche tra giovani e anziani

Attualità, Attualità e Politica, Gaming

Camera, “Introduzione di una disciplina degli e-sports”

Attualità, Gaming

Enna contro il gioco d’azzardo patologico con il corso di formazione FORGAP

Approvato Milleproroghe con misure riguardanti l’ippica

Approvato ufficialmente il Ddl Milleproroghe con 142 voti favorevoli alla Camera. Come riporta Gioconews, il Milleproroghe comprende anche una misura riguardante l’ippica: la “proroga fino al 31 dicembre 2023 del termine entro il quale il Ministero dell’agricoltura modifica il proprio regolamento di organizzazione e la propria pianta organica”, per “potenziare le strutture e le articolazioni dello stesso dicastero, in considerazione della grave crisi del settore ippico”. In materia di premi dell’ippica, invece, ci sono finalmente notizie sulla norma atta ad abrogare “l’articolo 44 della legge n. 342 del 2000”, che ha introdotto l’applicazione dell’imposta sul valore aggiunto sui premi relativi alle corse di cavalli da applicarsi ai soggetti, proprietari o gestori di almeno cinque cavalli da corsa, impiegati regolarmente durante l’anno in corse di trotto, galoppo e siepone, organizzate e iscritti in apposito elenco, proposta originariamente come emendamento dei deputati di Fratelli d’Italia De Carlo, Lisei, Liris, e quindi scomparsa dai radar. Secondo quanto apprende GiocoNews.it da fonti del ministero dell’Agricoltura, tale norma verrà inserita in un altro decreto, visto che nel Milleproroghe, per regolamento, devono trovare posto, appunto, le proroghe di provvedimenti già in essere, mentre in questo caso di tratta di un provvedimento di abolizione della norma.

La Redazione

Condividi

Articoli correlati

Video