ultime notizie

Attualità, Gaming, In Evidenza, Politica, Tempo libero

Ai Girls: oltre 300 studentesse per la prima edizione, Igt al lavoro per la seconda

Attualità, Gaming, Politica, Salute

Divieto pubblicità gioco, Consiglio di Stato sospende sentenza del Tar Lazio

Attualità e Politica, Economia, Gaming, In Evidenza

Gioco online e fisico: riordino nel limbo, ma le novità sono ormai alle porte

Attualità, In Evidenza, Redazione, Sports

Finale Euro 2024, Spagna-Inghilterra: il vincitore secondo i bookie di Fantasyteam

Attualità, Cultura, In Evidenza, Redazione, Sports

Luci a San Siro Trotto Grand Opening: Snaitech celebra il nuovo volto dell’Ippodromo Snai San Siro con una grande serata di sport, musica e cultura

Attualità, Forze dell'ordine, Gaming, Giurisprudenza, In Evidenza

Scommesse, Tar Sicilia accoglie ricorso CTD: “Decisione Questore su chiusura attività si basa su norma suscettibile di disapplicazione in virtù della prevalenza del diritto comunitario”

Omicidio Aosta. Arrestato a Grenoble presunto assassino.

Sarebbe un giovane nato in Italia ma di origini egiziane il presunto assassino della 22enne francese, il cui corpo è stato ritrovato nella chiesa abbandonata della frazione di La Salle in Val d’Aosta, venerdì scorso. E’ stato rintracciato dalla polizia francese a Grenoble, in Francia. Le ricerche, anche a livello internazionale, secondo quanto si apprende, erano scattate dopo il racconto di alcuni testimoni che avevano visto la vittima passeggiare più volte con il giovane pochi giorni prima del ritrovamento del cadavere.

Le indagini, per cui è stato aperto un fascicolo per omicidio,  sono condotte dai carabinieri di Aosta e coordinate dal pm Manlio D’Ambrosi e dal procuratore capo Luca Ceccanti. Secondo l’autopsia condotta dal medico legale Roberto Testi, la giovane, di origini francesi, è stata uccisa a coltellate e sarebbe morta dissanguata. 

A trovare la 22enne in fondo all’ex cappella che si raggiunge con una breve camminata a piedi dalla statale 26 erano stati dei passanti che hanno visto la giovane all’interno della casa diroccata. Chi l’ha uccisa ha avuto cura di portare via il suo cellulare, il portafogli, i documenti, proprio per rendere più complicato il riconoscimento e si sarebbe allontanato con un furgone rosso che nei giorni precedenti invece era stato visto a bordo strada.

La Redazione

Condividi

Articoli correlati

Video