ultime notizie

Attualità, Attualità e Politica, Gaming

Camera, “Introduzione di una disciplina degli e-sports”

Attualità, Gaming

Enna contro il gioco d’azzardo patologico con il corso di formazione FORGAP

Attualità, Attualità e Politica, Forze dell'ordine, Gaming

Asti, uomo perde al gioco d’azzardo, si infuria e torna nella sala scommesse per rapinarla.

Attualità, Forze dell'ordine, Gaming

Augusta, sequestrate slot illegali in un bar del centro. 20mila euro di multa al gestore

Attualità, Gaming, Giurisprudenza

Il CdS respinge appello di due sale gioco contro provvedimento del Comune di Milano su orari

Attualità, Cultura, Gaming, Salute

FVG, arriva il progetto “All-In” contro il gioco d’azzardo patologico

Qurium: scoperti 250 siti clone per promuovere il gioco d’azzardo cinese

Come riporta il sito dell’organizzazione svedese per i diritti umani Qurium, sono stati  scoperti circa 250 siti clone che copiano completamente le risorse di varie organizzazioni. Si è scoperto che queste copie esistono solo per indirizzare le persone verso siti di gioco d’azzardo collegati alla Cina. Il rapporto di Qurium afferma che il media filippino MindaNews è stato uno dei primi a scoprire il suo clone. Il sito era tradotto in cinese e includeva pubblicità di giochi d’azzardo. Ulteriori indagini hanno rivelato centinaia di repliche simili. Tra le organizzazioni i cui siti web sono stati completamente copiati figurano aziende private, università e biblioteche pubbliche.

Tuttavia, l’indagine ha rivelato che alcuni degli annunci di giochi d’azzardo erano collegati a “un indirizzo fisico nell’Isola di Man, un paradiso fiscale dove sono registrate diverse società di gioco d’azzardo”. Secondo i ricercatori, uno dei siti pubblicizzati risulta essere associato a Kaiyun, che ha una licenza per operare nel Regno Unito ed è gestita da TGP Europe Limited, con sede a Gibilterra . La UK Gambling Commission ritiene che TGP violi i requisiti antiriciclaggio.

La Redazione

Condividi

Articoli correlati

Video