ultime notizie

Forze dell'ordine, Gaming, In Evidenza, Redazione

Gioco illegale, la Gdf sequestra 20 apparecchi a Taranto

Uncategorized

Scoperta dalla Guardia di Finanza evasione fiscale per oltre 2 milioni di euro

Attualità, Economia, Forze dell'ordine, In Evidenza

Sanzioni per 99mila euro ai gestori di 6 slot machine non collegate alla rete ufficiale e non denunciate

Attualità, Economia, Gaming, In Evidenza, Politica

Campione 2.0: ‘Un consiglio comunale urgente e straordinario sui conti dell’ente’

Attualità, Gaming, In Evidenza, Politica, Tempo libero

Ai Girls: oltre 300 studentesse per la prima edizione, Igt al lavoro per la seconda

Attualità, Gaming, Politica, Salute

Divieto pubblicità gioco, Consiglio di Stato sospende sentenza del Tar Lazio

Alesse (ADM): “Conoscenza del territorio e analisi dei siti internet, capisaldi nella lotta contro il gioco illegale”

Intervistato da La Verità, il direttore generale dell’Agenzia dogane e monopoli, Roberto Alesse ha parlato anche di lotta al gioco d’azzardo illegale. “Conoscenza del territorio e analisi dei siti internet sono i due capisaldi nella lotta contro il gioco illegale. I nostri uffici, insieme alle Forze di polizia, osservano e analizzano le dinamiche che si registrano in ogni parte del Paese e, all’occorrenza, procedono alle conseguenti azioni repressive. Per il gioco a distanza, invece, gli uffici scandagliano quotidianamente l’offerta di gioco arrivando a inibire tutti i siti non collegati ai concessionari italiani che non forniscono le garanzie che si rinvengono nella rete legale. I numeri dei controlli e dei siti che vengono chiusi sono in costante crescita e bene ha fatto il decreto legislativo di riordino del gioco online, approvato alcuni giorni fa, a prevedere, in capo ai concessionari, forme di pubblicità funzionali alla diffusione del gioco responsabile”.

In merito alla gara per il Lotto, Alesse ha dichiarato: “L’Agenzia si è già attivata per predisporre gli atti di gara in linea con il codice dei contratti pubblici e con le puntuali disposizioni di legge. La procedura verrà gestita con il necessario anticipo temporale, evitando, quindi, proroghe e si baserà nuovamente sul cosiddetto modello del “monoconcessionario” che ha soddisfatto le esigenze di pubblica sicurezza e ha dimostrato soddisfacenti livelli di efficienza ed efficacia. Sono convinto che anche in questa occasione sarà garantita l’affidabilità e la professionalità del soggetto a cui verrà affidata la concessione.

Gli Stati generali – continua il direttore parlando degli Stati generali che si terranno il 27 e 28 giugno – sono una mia idea che ruota intorno all’opportunità istituzionale di ascoltare, una volta all’anno, le esigenze degli stakeholder, pubblici e privati, per individuare, insieme, risposte a problemi reali. Si parlerà del futuro tecnologico delle dogane e delle sfide legate allo sviluppo tumultuoso del commercio elettronico; discuteremo della transizione ecologica e delle ripercussioni sul versante delle accise;  ascolteremo le proposte per rendere più sicura la materia dei giochi pubblici proiettata verso scenari futuristici. Pensi che negli Stati Uniti hanno già regolamentato il cosiddetto “mondo del metaverso e quello del multiverso” applicati al gioco”.

La Redazione

Condividi

Articoli correlati

Video