ultime notizie

Attualità, Forze dell'ordine, Gaming

Augusta, sequestrate slot illegali in un bar del centro. 20mila euro di multa al gestore

Attualità, Gaming, Giurisprudenza

Il CdS respinge appello di due sale gioco contro provvedimento del Comune di Milano su orari

Attualità, Cultura, Gaming, Salute

FVG, arriva il progetto “All-In” contro il gioco d’azzardo patologico

Attualità, Attualità e Politica, Sports

Corse trotto e galoppo. Il duro affondo di Minopoli: “È evidente che l’attuale governance vuole solo associazioni tifose”

Attualità, Sports

Pubblicata programmazione corse trotto e galoppo 2024. Faticoni (Siag): “Soddisfatto”

Attualità, Gaming

Nicolò Fagioli e Jarre a Condove per parlare di sport etico e gioco d’azzardo patologico

Formia, gioco d’azzardo. Il Pd al fianco di don Alfredo Micalusi

 “Nei giorni scorsi, presso la Sala Ribaud del Comune di Formia, si è tenuto l’incontro ‘Azzardo e mafie: un grido di allarme nel Sud Pontino’, promosso dalla Caritas di Gaeta in collaborazione con numerose associazioni del territorio che hanno aderito al ‘Tavolo di Cittadinanza Attiva’. E’ quanto si legge in un comunicato stampa a firma del Pd di Formia. “È stato presentato – si legge ancora –  un puntualissimo dossier a cura di Carlo Tucciello dell’associazione ‘Gocce di fraternità’, che ha evidenziato il primato dell’Italia a livello europeo in termini di spesa in gioco d’azzardo, e ha messo in risalto i dati allarmanti nel nostro territorio: basti pensare che a Formia la media delle giocate pro capite in un anno (dati 2021) supera i € 4.200. Una fotografia impietosa quella che esce dall’incontro, un quadro da cui emerge una inequivocabile realtà: il gioco d’azzardo rappresenta sia una piaga sociale, che spesso porta le persone a situazioni di disagio personali e talvolta familiari, sia un inquietante affare per le associazioni mafiose – per la DIA il gioco d’azzardo oggi rappresenta la fonte primaria di guadagno delle associazioni mafiose, superando il traffico di droga, le estorsioni e l’usura”

“Tutto ciò non può lasciare nessuno indifferente, come ha giustamente denunciato Don Alfredo Micalusi, che a chiosa finale dell’incontro ha lanciato un appello a tutti, alla società civile, alla politica e alle istituzioni, a volersi prendere carico del fenomeno. Don Alfredo – si sottolinea – chiede a gran voce anche per esperienza diretta, visto il ruolo che ricopre, la presa di coscienza della gravità del problema, e lo fa sottolineando, con rammarico, la mancata risposta alla lettera inviata ai sindaci e alle amministrazioni del territorio della diocesi. Lo fa, ricordando a tutti i presenti, come la distorsione dell’economia reale causata dal gioco d’azzardo sia altamente attrattiva per la criminalità organizzata” commenta ancora il Pd Formia.

Il Pd – si legge – non intende eludere questo appello, non lo vuole fare perché è perfettamente consapevole della presenza sul nostro territorio della criminalità organizzata, non lo vuole fare perché è compito della politica dare risposte alle istanze sociali. Ed in ultima analisi, il Pd intende unirsi all’appello di don Alfredo Micalusi, affinché l’amministrazione di Formia prenda coscienza del fenomeno e delle sue problematiche, ponendo sul tavolo iniziative concrete per marcare la propria determinazione nel contrasto delle associazioni mafiose, per ribadire la vicinanza a chi vittima del gioco d’azzardo, per porre l’argine istituzionale a fenomeni illegali” conclude il comunicato.

Condividi

Articoli correlati

Video