ultime notizie

Attualità, Gaming

Spagna, la Corte Suprema annulla alcune restrizioni del decreto sul gioco d’azzardo

Attualità, Attualità e Politica

Bari, Conte: “Dove ci sono zone grigie non ci può essere il Movimento 5 stelle”. Fuori dalla giunta

Attualità

Guerra. WSJ: “Israele si prepara a un attacco dell’Iran in 24-48 ore”.

Attualità, Attualità e Politica

Bruxelles, ok definitivo dell’Eurocamera al nuovo Patto di migrazione e asilo.

Attualità, Gaming

Romania, vietato gioco d’azzardo nelle città con meno di 15mila abitanti.

Attualità, Attualità e Politica

Puglia, arrestato l’ex ass. Alfonso Pisicchio. Bufera nel centro sinistra. Conte a Bari

FVG, arriva il progetto “All-In” contro il gioco d’azzardo patologico

Al via il progetto “All-In” in Friuli Venezia Giulia. A fronte di un numero crescente di dipendenti da gioco d’azzardo patologico, con oltre 6000 famiglie coinvolte, la Segreteria Regionale del Movimento Difesa del Cittadino FVG (MDC FVG) con il patrocinio della Regione FVG e del Comune di Pordenone scende in campo con il progetto presentato alla Biblioteca Civica “Sala Degan” di Pordenone, con l’intervento di esperti del settore per discutere strategie di prevenzione, soprattutto tra i giovani.

Il progetto “All-In” mira a sensibilizzare sui rischi del gioco d’azzardo patologico tramite la diffusione di materiale informativo e una campagna attiva sui social media. L’App mobile “ALL IN” è stata ideata per facilitare l’autovalutazione del rischio di DGA (Disturbo da Gioco d’Azzardo) e rappresenta uno strumento vitale per supportare soprattutto i giovani, maggiormente esposti al rischio di ludopatia.

R.G. Englaro, presidente del MDC FVG sottolinea la necessità di una “battaglia culturale” per contrastare il fenomeno del gap, iniziando dalle scuole e promuovendo l’educazione ai rischi legati al gioco d’azzardo. È urgente l’adozione di una legge organica che regolamenti il settore, introducendo misure severe contro il riciclaggio di denaro sporco e la ludopatia, e proteggendo in particolare i minori. L’iniziativa “ALL IN” rappresenta un passo importante nella lotta contro il GAP, offrendo strumenti concreti di prevenzione e sensibilizzazione. L’evento di Pordenone sarà un momento chiave per condividere conoscenze, strategie e per rafforzare la rete di supporto a chi combatte contro il gioco d’azzardo patologico, confermando l’impegno della comunità nel promuovere un cambiamento culturale e legislativo.

La Redazione

Condividi

Articoli correlati

Video