ultime notizie

Attualità, Gaming, In Evidenza, Politica, Tempo libero

Ai Girls: oltre 300 studentesse per la prima edizione, Igt al lavoro per la seconda

Attualità, Gaming, Politica, Salute

Divieto pubblicità gioco, Consiglio di Stato sospende sentenza del Tar Lazio

Attualità e Politica, Economia, Gaming, In Evidenza

Gioco online e fisico: riordino nel limbo, ma le novità sono ormai alle porte

Attualità, In Evidenza, Redazione, Sports

Finale Euro 2024, Spagna-Inghilterra: il vincitore secondo i bookie di Fantasyteam

Attualità, Cultura, In Evidenza, Redazione, Sports

Luci a San Siro Trotto Grand Opening: Snaitech celebra il nuovo volto dell’Ippodromo Snai San Siro con una grande serata di sport, musica e cultura

Attualità, Forze dell'ordine, Gaming, Giurisprudenza, In Evidenza

Scommesse, Tar Sicilia accoglie ricorso CTD: “Decisione Questore su chiusura attività si basa su norma suscettibile di disapplicazione in virtù della prevalenza del diritto comunitario”

Putin stravince le presidenziali farsa. Bufera Salvini: “Quando un popolo vota ha sempre ragione”

Mentre Vladimir Putin festeggia il suo trionfo al termine dei tre giorni farsa di elezioni presidenziali che gli hanno regalato, secondo i risultati ufficiali, la più grande vittoria per un capo dello Stato nella storia del Paese, con l’87,3% dei voti, in Italia il ministro Matteo Salvini mette in imbarazzo la stessa maggioranza con le sue dichiarazioni. “Quando un popolo vota – ha dichiarato il ministro alle Infrastrutture – ha sempre sempre ragione, le elezioni fanno sempre bene sia quando uno le vince sia quando uno le perde”. Dichiarazione in forte contrasto con quelle del vicepremier, Antonio Tajani che invece ribadisce come il plebiscito per Vladimir Putin sia stato caratterizzato “da pressioni forti e anche violente”.

Le opposizioni criticano duramente le parole di Salvini, a cui è seguita una nota della Lega, che parzialmente corregge il tiro: “In Russia hanno votato, non diamo un giudizio positivo o negativo del risultato, ne prendiamo atto e lavoriamo (spero tutti insieme) per la fine della guerra ed il ritorno alla pace”. Anche all’estero fanno rumore le considerazioni di Salvini. “Dimostrano che l’estrema destra in Europa è amica di Putin”, nota Nicolas Schmit, candidato di punta dei Socialisti Ue alle Europee. Salvini “se ne vergognerà”, l’affondo del Ppe con la lituana Rasa Juknevičienė, vicepresidente del gruppo e responsabile per gli affari esteri. Mentre con il passare delle ore arrivano le prese di posizione dalla Casa Bianca, da Berlino e da Parigi, allineate sulla mancanza di libertà nelle elezioni russe, Roma si esprime con il ministro degli Esteri Antonio Tajani: “la posizione del governo è molto chiara, l’ha ribadita il presidente del consiglio ieri sera. La maggioranza è coesa, quella di Salvini non è una frase che mina la coesione del centrodestra, i problemi semmai sono nell’altro campo, non nel nostro. Ogni forza politica ha delle posizioni che possono essere differenti – prosegue il forzista – ma non c’è una sostanziale divergenza: il Parlamento è quello che conta, abbiamo votato sempre nella stessa maniera, il centrodestra è coeso”. Silenzio dal Colle.

La Redazione

Condividi

Articoli correlati

Video