ultime notizie

Attualità e Politica, Economia, Gaming, In Evidenza, Redazione

Altenar, un prodotto personalizzabile chiave del successo

Attualità, Economia, Gaming, Redazione

America Latina, mondo del gioco a confronto al Gat Caribe Cancun

Attualità, Economia, Gaming, In Evidenza

Finale in grande stile ad Amsterdam per iGb live, la ‘casa’ del Gaming

Forze dell'ordine, Gaming, In Evidenza, Redazione

Gioco illegale, la Gdf sequestra 20 apparecchi a Taranto

Uncategorized

Scoperta dalla Guardia di Finanza evasione fiscale per oltre 2 milioni di euro

Attualità, Economia, Forze dell'ordine, In Evidenza

Sanzioni per 99mila euro ai gestori di 6 slot machine non collegate alla rete ufficiale e non denunciate

Crema, gioco d’azzardo patologico: incontro con familiari di giocatori

A Crema si discute di disturbo da gioco d’azzardo con gli psicologi del servizio dipendenze e della unità operativa riabilitazione dipendenze di ASST, Alice Gaudenzi e Guido Carlotto. L’incontro conoscitivo con famigliari di persone con dga è in programma il prossimo 20 marzo  in sala Polenghi.

“L’obiettivo di questo primo momento di condivisione è quello di raccogliere i bisogni dei familiari di giocatori per calendarizzare poi una serie di altri appuntamenti mirati ad approfondimenti specifici” spiegano Gaudenzi e Carlotto. “Riteniamo molto importante offrire spazi di incontro, confronto e sostegno per coloro che sono rimasti coinvolti nelle dinamiche causate dalla patologia. Aiuteremo i familiari nella comprensione del disturbo e dei sintomi associati, allo scopo di ridurre, modificare, annullare nel tempo automatismi sedimentati all’interno di contesti relazionali, familiari, sociali e lavorativi. Informazioni ed indicazioni chiare modificano l’atteggiamento e suggeriscono azioni utili che influenzano anche la persona con disturbo da gioco d’azzardo patologico”.

“Quella da gioco d’azzardo – afferma Amelia Anghinoni, dirigente psicologa della struttura salute mentale e dipendenze di ATS – è una vera e propria dipendenza e come tale va trattata. L’iniziativa attuata dai servizi di ASST Crema focalizza l’attenzione su un tema tanto delicato, quanto fondamentale: quello del supporto psicologico ai familiari delle persone coinvolte. Il sistema familiare è completamente coinvolto dal dga (disturbo da gioco d’azzardo) e dalle sue conseguenze, ma se adeguatamente supportato, può diventare una risorsa nel percorso terapeutico: dall’intervento per le famiglie delle persone con dga, all’intervento con le famiglie del giocatore. I percorsi terapeutici di gruppo sono utili per supportare l’elaborazione dei vissuti emotivi dei familiari e favorire il confronto ed il supporto reciproco, per preservare le relazioni portando alla condivisione degli obiettivi del percorso terapeutico del dga, condizione fondamentale per il trattamento della dipendenza”.

La Redazione

Condividi

Articoli correlati

Video