ultime notizie

Attualità, In Evidenza, Redazione, Sports

Finale Euro 2024, Spagna-Inghilterra: il vincitore secondo i bookie di Fantasyteam

Attualità, Cultura, In Evidenza, Redazione, Sports

Luci a San Siro Trotto Grand Opening: Snaitech celebra il nuovo volto dell’Ippodromo Snai San Siro con una grande serata di sport, musica e cultura

Attualità, Forze dell'ordine, Gaming, Giurisprudenza, In Evidenza

Scommesse, Tar Sicilia accoglie ricorso CTD: “Decisione Questore su chiusura attività si basa su norma suscettibile di disapplicazione in virtù della prevalenza del diritto comunitario”

Attualità, Forze dell'ordine, In Evidenza, Redazione, Salute

Torino: sequestrate sei slot non collegate alla rete, elevate sanzioni per 99.000 euro

Forze dell'ordine, Gaming, Giurisprudenza, In Evidenza, Salute

Cilento, puntate illegali in un centro scommesse: sequestri e sanzioni per 50mila euro

Attualità e Politica, Economia, Gaming, In Evidenza, Salute

Bragg Gaming, accordo con 711.Nl per il lancio di Kambi Sportsbook nei Paesi Bassi

Piemonte, dati allarmanti per gioco d’azzardo: 8 miliardi di spesa nel 2022

I dati allarmanti del gioco d’azzardo in Piemonte non tardano ad arrivare: 6 mila euro l’anno a giocatore, 8 miliardi di spesa nel 2022. Fenomeno tornato un po’ ovunque ai livelli del 2019, dopo la forte contrazione dovuta alle chiusure in pandemia, ma che in Piemonte è cresciuto molto di più: un boom del 71 per cento in tre anni contro una media nazionale del 61. 

Gli esperti convengono sul fatto che i dati, emersi dalle anticipazioni sul monitoraggio dei Monopoli di Stato, siano gli effetti della nuova legge regionale approvata nel 2021 dalla Giunta Cirio. Il provvedimento ha permesso a molti esercizi commerciali di reinstallare slot machine. Un impatto da 200 milioni di euro in più solo nell’ultimo anno, secondo Paolo Jarre, esperto di patologie delle dipendenze. 

A nulla è servita la doppia proposta di legge, sostenuta da 12mila cittadini e 21 comuni, bocciata pochi giorni fa dal Consiglio regionale. “In appena 9 minuti”, sottolinea con amarezza la prima firmataria Maria Josè Fava, referente Libera Piemonte, che lamenta come la legge non sia neanche stata discussa. In sua difesa la maggioranza rivendica di aver avviato da marzo una campagna di sensibilizzazione con diverse iniziative per il contrasto del gioco patologico.

La Redazione

Condividi

Articoli correlati

Video